Grafico storico del petrolio, dal 1946 al 2016

Dott. Luca Ruffino

Comunicati.

Iniziamo subito con il grafico globale, dal al , in cui notiamo sia il prezzo iniziale di 1,17 dollari al barile (minimo storico toccato il febbraio ) e sia il valore massimo storico, i ,31 dollari al barile (toccato nel luglio ). Nonostante il crollo del costo del petrolio, i prezzi della benzina in Italia si mostrano particolarmente rapidi nello scendere: al di là della condotta delle compagnie petrolifere, a gravare in maniera decisamente pesante sui prezzi alla pompa sono soprattutto le accise.

Carburanti, tutti gli prezzi di oggi alla pompa

Non so se questo voglia dire che gli espropriati non saranno messi al corrente se non attraverso l'avviso sul giornale, il che sarebbe terrificante.

On ripresenta il progetto off-shore e conta che questo venga approvato. E quella del presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta?

Purtroppo gli abitanti di Trieste sono in questo momento molto impegnati a prendere il sole e non si sono ancora accorti di quello che sta per capitare al loro bel mare. Fabbisogno, hanno accertato gli uffici, finora ampiamente sovradimensionato.

Per evitare che si ripetano in futuro, il Piano regolatore prevede una puntuale revisione delle zone edificabili e la sostituzione dei vecchi piani particolareggiati con strumenti di edificazione diretta.

I tecnici hanno recepito alla perfezione le direttive approvate dal consiglio comunale il 27 luglio del Il materiale sarebbe stato importato dalla Lituania. Possono invece risultare dannose le ceneri prodotte dalla combustione. Il percorso della linea dovrebbe raggiungere Divaccia tramite un percorso sotterraneo, molto lungo, che prevede lo scavo di gallerie, passanti, oltre alle altre zone, nella parte alta del rione di San Giovanni. Dato che in varie parti del territorio provinciale le organizzazioni operanti sullo stesso stanno promuovendo forme di protesta democratica, invitiamo tutti con questo tramite a organizzarci per fare azioni adeguate anche nel nostro rione.

Stelio Ziviz - sindacato Pensionati Cgil. Analizzati i pellet comprati a Muggia: Nessun problema invece se il materiale rimane inutilizzato. Il pellet analizzato a Trieste presenta molte analogie con quello sequestrato nelle altre province italiane sia come etichetta che come materiale, ma la marca non pare essere la stessa: La merce - un totale di tir - era arrivata dal Baltico nello scorso autunno e poi venduta in tutta Italia, dal nord al sud e importata in un deposito di Varese.

Il rischio, in questo caso, non dovrebbe essere elevato. Missione a Lubiana sul rigassificatore di Zaule - Roma punta a chiudere la partita, ma intanto i tedeschi rilanciano la piattaforma marina. Proprio nei giorni in cui i tedeschi di E. Per ora sono solo visite di cortesia Si profila un futuro con due rigassificatori? Ieri i rappresentanti di fabbrica hanno firmato il prolungamento della cassa integrazione: I reparti vengono sguarniti e accorpati: Un piano del traffico non risolve i problemi.

Non credo che un Piano del traffico, oggi, possa risolvere o quantomeno affrontare i problemi. Semmai, potrebbe gestire il non-traffico. Penso quindi che non si possa stendere alcun progetto sul traffico, tantomeno parziale e ancor peggio locale, senza prima aver combinato radicalmente atteggiamento nei confronti dei parcheggi. Allo studio del Comune le formule a favore dei lavoratori in esubero - Stamane incontro tra azienda e Rsu.

Solo due settimane prima, il mare era pulitissimo. Per la precisione i comuni di: E quella del presidente della provincia di Gorizia Enrico Gherghetta? E quindi ormai di questo territorio si possa fare carne di porco. Sarebbe bene che gli elettori ci facciano un pensierino alla prossime elezioni. Il guru di Obama: L'assessore ha ricordato che l'orizzonte-Friuli Venezia Giulia in campo energetico deve invece, prima di tutto, fare i conti con le ancora giovani competenze dell'Amministrazione regionale in questo strategico comparto, dopo il trasferimento di tali attribuzioni dallo Stato con il decreto legislativo dell'aprile Ne abbiamo parlato con Hopkins.

Hopkins, che cosa suggerisce alla politica italiana in materia di energia? Di non lasciarsi scappare via la grande fortuna del vostro territorio: Il sole, innanzitutto, ma non sempre il sole. Positivo che il ministero competente italiano stia studiando con impegno il percorso delle bio-energie. Pensa che il governo italiano abbia bisogno di consulenti in questo settore?

Se il presidente Berlusconi mi chiama, lo faccio volentieri. Credo sia importante studiare preventivamente i progetti in modo da andare incontro alle esigenze degli ambientalisti e della popolazione in generale. E se gli ambientalisti alzano le barricate?

Nessun gruppo deve prevaricare sugli altri. A loro vanno presentate alternative. Spiegando che, per fare un esempio, il treno ha meno emissioni dei veicoli che usano combustibili fossili.

Una popolazione informata aiuta a prendere le migliori decisioni per tutti. Al Tg3 regionale si parlava del Corridoio Cinque. A Capodistria vi erano pure quattro treni di agenzia per Vienna, Praga e Bratislava.

Per la sola progettazione sono previsti quattro anni: Recentemente sono state previste delle varianti. Sergio, in collaborazione con il Gruppo Beppe Grillo Trieste, in seguito all'affermazione nel concorso Spurg indetto dal Comune di Trieste. Informazioni al numero telefonico: Mi auguro che i prossimi parcheggi vengano costruiti fuori del centro storico. E' dunque arrivato il momento di ragionare sul futuro dell'approvvigionamento di energia nel nostro paese, per impostare una politica energetica e industriale che decida davvero quali fonti sono prioritarie.

Inoltre, la variazione di questa domanda dipende esclusivamente da fattori meteo. Tra i motivi ci sono anche il lento, ma inesorabile declino della domanda industriale, per la delocalizzazione delle imprese energivore e il forte rallentamento della crescita dei consumi legati alla generazione di energia elettrica da gas naturale, ormai intorno al 50 per cento del totale.

Tali fattori, a nostro avviso, costituiscono un limite strutturale a un ulteriore e significativo sviluppo del mercato nazionale. Diamo quindi uno sguardo alle infrastrutture in fase di progettazione, presentate in tabella 2. A questo punto, alcune riflessioni si rendono necessarie. Federico Pontoni e Antonio Sileo. Bandiere, striscioni e un unico slogan: Aree da riqualificare e siti militari dismessi. Barcola, tutto il lungomare fino al bivio di Miramare, da trasformare in un polo turistico.

Un settore di territorio nei pressi del canale navigale di Zaule destinato a nuovi insediamenti industriali, commerciali e artigianali. Una riutilizzazione di aree industriali dismesse ad esempio la Sadoch di viale Ippodromo. Una riperimetrazione con restringimento del centro storico per liberare alcune zone, come ad esempio quella di via Udine, dai rigidissimi vincoli che oggi rendono quasi impossibile qualsiasi intervento.

Sono state illustrate ieri alla giunta comunale, sindaco Roberto Dipiazza in testa, allargata ai capigruppo dei partiti di maggioranza del centrodestra, dal direttore del servizio di Pianificazione urbana del Comune, Ave Furlan. Una delle tappe triestine di sensibilizzazione sui problemi della educazione ambientale si pone sotto il titolo di "Operazione Canale Pulito", in programma sabato 13 giugno nella zona del Canale Ponterosso, a cura della Holiday - Divisione Ecologica, in collaborazione con l'AcegasAps e l'Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Trieste.

La mappa della operazione targata Holiday - Divisione Ecologica ramo nato nel dalla Holiday Sas una proposta quasi inedita per la provincia giuliana, include anche l'impiego di tre imbarcazioni, di cui due gommoni ed uno scafo in vetro resina messi a disposizione del Sub Sea Club di Trieste.

Sino alle 19 circa l'operazione dovrebbe completarsi con la raccolta dei rifiuti, il lavaggio delle aree interessate e il ripristino totale della zona attorno via Roma e il primo tratto di mare. Ulteriori informazioni sull'evento del 13 giugno, visitando i siti www. Dopo avere esaurito in una prima sessione i temi non trattati nella seduta precedente, alle Ritengo molto discutibile la posizione del signor Scrocco che accusa pesantemente di incoerenza il sindaco di Muggia - Nesladek per la sua posizione sul piano regolatore del porto di Trieste.

Sarebbe sufficiente chiedere a Scrocco di spiegare ai giovani senza lavoro e senza un futuro, ai cassaintegrati, ai sottoccupati e ai precari: Che cosa propone di diverso? Di fatto, il Comitato per la salvaguardia del Golfo di Trieste raramente si rivolge alle istituzioni competenti e preferisce attaccare chi fino ad ora, senza un potere effettivo di veto, ha combattuto con coerenza contro il rigassificatore, sia quando governava il centrosinistra sia adesso che governa il centrodestra.

L'iniziativa ha avuto successo in molti comuni di piccola dimensione a livello nazionale, ed era uno dei punti di rilievo della politica proposta dall'assessore Daniela Pallotta. Le Rsu annunciano reazioni durissime Voci di occupazione dello stabilimento Cinquanta esuberi. Di conseguenza mi restano euro al mese e ho due figli di 20 e 7 anni. Mia moglie fa la pulitrice ma le hanno ridotto le ore e porta a casa euro al mese.

Qui in Ferriera anche lei. Noi non ci stiamo: La Regione rilancia la guerra allo smog Traffico vietato davanti alle scuole.

Trieste, Udine, Pordenone, Porcia, Cordenons, Gorizia e Monfalcone sono stati inseriti nella mappa dei territori in cui far scattare i provvedimenti contro l'inquinamento atmosferico. Ma, entro i termini fissati a livello ministeriale, saremo comunque in grado di elaborare un primo documento preliminare.

Sulla stessa scia si collocano gli interventi per attuare il car sharing e il car pooling. Che senso ha chiedere un parere se poi questo non essendo vincolante viene sempre disatteso. Per cui in attesa del nuovo piano regolatore basterebbe un maggior rispetto delle valutazioni delle circoscrizioni e un maggior coraggio nel prendere delle decisioni basate anche se non soprattutto su valutazioni ambientali.

Howard indica la chiave di questa conversione: Via via che si svelano i contenuti della maximanovra di investimenti pubblici varati dalla Repubblica Popolare per rilanciare la crescita, ecco che cosa si scopre: L'Amministrazione Obama rincorre la lepre cinese: E almeno in un settore l'America si piazza in testa in questo duello: Ma anche sul Vecchio continente spira un vento di ottimismo.

Al contrario la Commissione di Bruxelles annuncia che "i benefici delle energie rinnovabili in termini di sicurezza e di lotta all'inquinamento vanno a braccetto con consistenti vantaggi economici".

Non sono affermazioni volontaristiche. Per la prima volta nella storia, l'anno scorso i capitali privati globalmente investiti nelle fonti rinnovabili miliardi di dollari hanno superato quelli investiti negli idrocarburi e altre energie fossili miliardi. Il contributo decisivo a questo sorpasso lo hanno dato le nazioni emergenti. Certo i problemi da risolvere restano immani.

Grazie al crollo della produzione industriale, ai fallimenti, alle chiusure di fabbriche, il ha visto per la prima volta una riduzione parallela delle emissioni di Co2 sia in Cina che in America. Guai se lo choc recessivo crea l'illusione che si possa abbassare la guardia.

Un segnale della nuova attenzione che si respira su questi temi: Pechino punta a battere tutti sul traguardo dell'auto elettrica, "saltando" una generazione nel percorso di sviluppo della sua industria automobilistica. Barack Obama non vuole rassegnarsi al dominio asiatico nell'auto pulita.

Inaugurando una fase di interventismo statale che non ha precedenti dai tempi di Franklin Roosevelt, Obama ha chiarito che ambiente e profitto devono andare d'accordo. Rende evidente il nesso tra energie alternative, sicurezza, e crescita economica. Affermazioni che hanno suscitato forti timori tra i rappresentanti sindacali.

Alla vigilia della trattativa che aveva portato alla prima richiesta di cassa integrazione, la Servola spa aveva denunciato un invenduto di mila tonnellate di ghisa e mila tonnellate di coke. Roiano, nuovo complesso edilizio in via Giusti - Il sindaco Dipiazza: Sul progetto che interessa la vallata di via Giusti si registrano diverse posizioni.

A cominciare da quella di Piero Ambroset, coordinatore della commissione urbanistica della terza circoscrizione. Gli fanno eco Ruggero Zanconati e Rosanna Klaus: Il testo prevede poi il rafforzamento delle Riserve di caccia e dei Distretti venatori.

E le alghe successivamente verranno portate allo smaltimento. Le alternative ci sono; eccome! Egli ironicamente poneva un dilemma: Credo che si riferisca al traforo del Carso da Ronchi fino a Trieste.

E qui il direttore auspica che il progetto fin qui elaborato venga ridiscusso a fondo e in modo trasparente. Comitato No Tav Trieste: Questi, in sintesi, i contenuti delle due varianti al percorso ottimizzato della Tav Trieste-Divaccia. La prima in territorio italiano, la seconda in quello sloveno. Ma la stessa opzione Cattinara porta in dote altre presunte problematiche. La quota minima verrebbe raggiunta laddove sfocia il Timavo, quella massima nel punto in cui si inabissa.

Per il momento, promette: Tre i gruppi tematici che prenderanno il via la prossima settimana. Rocco si estende sino al Lazzaretto non sia valorizzato in pieno. Faccia a faccia i vertici della Ferriera e le Rsu domani nello stabilimento di Servola dove quasi duecento lavoratori continuano a essere in cassa integrazione.

Lucchini - progetto centrale termoelettrica: Sono alcuni dei principali passaggi del lungo intervento di Maurizio Fogar, ex presidente del circolo Miani, alla pubblica assemblea convocata l'altra sera nell'area giochi del comprensorio dell'Ater di via Valmaura. Questi ha richiamato l'attenzione del pubblico - non numeroso - sul nodo sopravvivenza del circolo, lasciando poi le argomentazioni di merito a Maurizio Fogar, che ha chiesto ancora la chiusura della Ferriera.

In alcuni casi, per coincidenza, ci sono stati degli sviluppi ma quasi sempre negativi. Tagli anche a Udine su Roma e Milano. Vorrei vedere se sparissero i giornali cartacei, i libri, ecc. Addio alla speranza di ripristinare la breve Cervignano-Aquileia-Grado Pontile, con il suo potenziale turistico, chiusa da 60 anni ma con i binari rimasti intatti.

Da alcuni mesi sono stati invece smantellati per farci la pista ciclabile. E dire che i tedeschi ci guadagnano pure oltre a mantenere viva una cultura ferroviaria. In uno degli interventi ormai quotidiani sulla Tav, un lettore afferma: Senza la sua adesione alla Transpadana non si sarebbe nemmeno avviato il progetto del Corridoio V.

Con la gestione Illy non sono mancate risposte, incontri e approfondimenti, senza preoccupazioni di stampo elettoralistico.

I risultati hanno dovuto fare i conti con quanti si ostinano a non comprendere la dimensione internazionale dei traffici. La richiesta parte dai residenti le cui case sono vicine a una zona verde tra via del Roncheto e via Silvula, oggi adibita a orti rionali. Il rappresentante della Settima circoscrizione, Giovanni Castello, ha spiegato ieri, durante un sopralluogo della quarta Commissione consiliare comunale, che si tratta di uno degli ultimi terreni appartenenti alla ex comunella di Servola e ora in gestione al Comune.

Sentenza della Corte Costituzionale contro la legge sulla caccia regionale. Ha spazzato via deliri normativi come quello che prevedeva che tutta la Regione - laguna e mare incluso - dovessero rientrare nella zona faunistica delle Alpi. Un maldestro tentativo di ridurre le aree interdette alla caccia, che per legge devono essere comprese in una superfice dal 10 al 20 per cento nelle aree montane, contro il per cento delle aree non montane.

L'uccellagione nel resto d'Italia viene sanzionata penalmente con l''arresto fino ad un anno o l'ammenda fino a Euro. La Legge Regionale n. La normativa regionale, cancellata ora dalla Corte, disegnava infatti un panorama inquietante in cui il controllato diventava controllore di se stesso.

Al di sopra di entrambi, deputata a istruire ed applicare un sistema disciplinare e sostitutivo, era stata posta la "Associazione dei Cacciatori", eletta da tutti i cacciatori attivi nel Friuli Venezia Giulia.

Una legge approvata dal centrosinistra con Enzo Marsilio nelle funzioni di assessore, ma portata alle sue conseguenze estreme dal centrodestra, in uno spirito assolutamente "bipartisan". Il centrodestra, in barba a questo impegno e con il consenso del centrosinistra regionale , ha preferito invece trasformare con la recente riforma sulla polizia locale gli ultimi guardiacaccia in vigili urbani al servizio delle Province, deputati a controllare clandestini e traffico stradale.

Tradotto ed interpretato nelle nomine concretamente effettuate dall'assessore Violino, oggi dei quattordici membri totali ben nove - compreso presidente e vicepresidente - sono cacciatori. Uno squilibrio che confligge con il buon senso, oltre che con le nuove determinazioni della Corte Costituzionale. L'assessore Violino, come il suo predecessore Marsilio, oggi ha davanti a se un bivio: In questa seconda opzione troverebbe alleati ambientalisti, agricoltori e la parte responsabile del mondo venatorio.

La scelta resta a lui. E, probabilmente, in questa battaglia troveranno ancora alleata quella parte del mondo venatorio che vede nelle attuali politiche regionali il rischio concreto della cancellazione della vita selvatica dal nostro territorio. Il tutto viene poi maggiorato del 3 per cento.

Come detto, i nuovi biglietti saranno in vendita da oggi nelle biglietterie Trenitalia e le agenzie di viaggio. Per le soppressioni, si applica una penale di 1. Il contratto prevede poi una composizione dei treni che deve garantire il posto a sedere per tutti i passeggeri: Argomenti contro l'insediamento di uno o due rigassificatori nel Golfo di Trieste non mancano, anzi.

Il Piccolo, giornale di Trieste, non ha mai pensato se sia il caso di prendere posizione? Ora, io non sono triestina ma amo Trieste e mi piange il cuore che non ci sia una cittadinanza degna di questo nome disposta a lottare contro la distruzione del proprio patrimonio naturalistico, paesaggistico, turistico, ecc.

Due ore di volo sono bastate infatti ai ricercatori per avvistare un anomalo episodio di fioritura di microrganismi caratterizzato da strisce biancastre lunghe da decine a centinaia di metri, proprio in mezzo al Golfo di Trieste. Le zone interessate dal fenomeno identificato dal dott. Damiano Larotella abita da cinquant'anni in via Giaggioli, vicino il capolinea della linea 28 e lungo la salita che collega il caseggiato di Cologna a via Commerciale.

La zona, tranquilla e circondata dalla frescura del bosco, da qualche tempo registra la presenza di cinghiali che si spingono fin dentro i giardini delle abitazioni provocando danni alle colture e gran spavento agli abitanti. Quel che trovo la mattina in giardino sono i bulbi dei tulipani estirpati: E la conferma arriva da Alessandra Viviani che, insieme al marito e ai sette figli, risiede vicino all'abitazione dei Larotella: Seduti all'ombra di un poggiolo, la signora racconta dei danni arrecati al giardino e alle piante dei fiori.

Una sera uno di loro ha anche ripreso un gruppo di cinghiali che gironzolava in strada. Ma i cinghiali - interrompe la figlioletta Maria - sono anche all'asilo di Rebecca! Attraversando via Commerciale e i binari del tram, verso il campo scuola Draghicchio, si incontra via Amendola.

Al numero 4 Livio Micheli si gode la pensione lavorando l'orto della casa appartenuta alla madre. Al suono della parola cinghiale, Livio si precipita subito in giardino: In diversi punti infatti le reti di protezione sono state sollevate dalle incursioni dei maialini selvatici.

Risalendo via Amendola, dai piani alti del palazzo al civico 6 si domina lo spazio sottostante, con una visuale che dal campo di calcio arriva al bosco. Noi dalla terrazza vediamo tutto - prosegue il marito - Si tratta di un gruppo, probabilmente la mamma con i piccoli che, alla ricerca di cibo, si spinge fin dentro il campo sportivo. Abito qui da dodici anni e questa storia ha avuto inizio quasi tre anni fa.

A rassicurare i concittadini ci pensa il presidente dell'Enpa di Trieste, Gianfranco Urso: Al problema si potrebbe ovviare stabilendo dei punti di approvvigionamento lungo la fascia che va da Sistiana al Lazzaretto dove i cinghiali possano trovare il cibo.

E' importante - conclude Urso - porre attenzione a come si agisce quando si alterano gli equilibri che la natura crea dopo i danni cagionati dall'uomo. Processo al rigassificatore nel Vallone di Muggia: Anche la Russia ci ha messo dunque lo zampino.

Bruno Baldas - Vicepresidente della Lista per Trieste. L'amministrazione comunale di Muggia, infatti, ha infatti organizzato incontri con l'amministrazione comunale di Capodistria, sia in municipio, sia in Slovenia. Sul fronte dell'iter per la realizzazione del rigassificatore di Trieste, Nesladek torna poi a riflettere, dopo la scelta di non prendere parte al voto, in sede di Comitato portuale, sul piano regolatore dello scalo: Votare a favore del piano regolatore significava da un lato appoggiare anche la previsione di uno spazio per il polo energetico, e quindi avvalorare l'ipotesi rigassificatore, inaccettabile nel mio ruolo di sindaco di Muggia.

Il circolo Miani, nonostante le recenti vicissitudini di natura giudiziaria, non molla. E mentre la prima consolida la sua posizione una vela nel , una vela nel , Grado invece raddoppia: Nel conta due vele, due stelle e tre petali. Lignano nel aveva conquistato una vela, una stella e due petali. Nel conferma la vela e aumenta il resto, arrivando a due stelle e tre petali. Dalla sezione riservata ai laghi, invece, ecco le tre vele ottenute dal lago di Trasaghis. I parametri sono suddivisi in due principali categorie: Tav, in campo il Cai nazionale: Nel Piano regolatore a livello nazionale - questa la motivazione del ministero - non sono previsti impianti energetici in quella zona.

L'impianto sarebbe in grado di fornire 5 miliardi di metri cubi di gas all'anno. La centrale elettrica, caratterizzata da una potenza di circa Mw, sopperirebbe a buona parte del fabbisogno della regione lintoranea. A detta dei proponenti, la tecnologia prevista appare particolarmente adatta ai fondali poco profondi della baia di Capodistria e non implicherebbe l'utilizzo dell'acqua marina per il riscaldamento del Gnl.

Lo smog della Ferriera. Alle elezioni del 6 e 7 giugno si vota per il Parlamento Europeo. Sul blog del sindaco una signora servolana disperata, il 19 maggio, ha segnalato fumi e ricadute di polvere; il sindaco le ha risposto che passa spesso per Servola per conoscere la situazione. Non ho elementi per dubitare sulle affermate frequenti presenze del signor sindaco a Servola. Rigassificatore, da Roma ancora nessun via libera Menia: Di questo io ero consapevole.

Certo, avrei preferito fossero stanziati, ma sono anche consapevole che in un momento come questo, e con il terremoto dell'Abruzzo non era facile. Le domande vanno inoltrate alle direzioni provinciali competenti a partire dal 4 giugno. In data 30 aprile , a Muggia si tenne un consiglio comunale che aveva come oggetto primario la decisione sulle Intese ai sensi dell'art.

Il sindaco dovrebbe dare le dimissioni. Arnaldo Scrocco - Comitato per la salvaguardia del Golfo di Trieste. Migliaia di fianchi di colline e di montagne restano piaghe aperte, esposte al rischio di infezione da ecomafia.

Mentre scavare altre cave resta facile e redditizio. Con oltre chili pro capite di cemento ci piazziamo al secondo posto nella Ue, subito dopo la Spagna. In questo modo si produce una remissione secca per il Paese: In Lombardia si chiedono 44 centesimi a metro cubo per materiali venduti a circa 6 euro a metro cubo, in Emilia Romagna 57 centesimi per materiali venduti a 11 euro a metro cubo.

Le Regioni dove si effettua il prelievo maggiore sono la Puglia con 25 milioni di metri cubi, la Lombardia con 23,6 milioni di metri cubi e il Lazio con 19,2 milioni di metri cubi. Queste tre regioni producono da sole oltre il 47,5 per cento del totale di sabbia e ghiaia.

Eppure le alternative esistono e funzionano. In Italia avviene il contrario: Giovedi' mattina in H3 e in aula Bachelet.

Primi rinvii per il nucleare. Frena anche la spesa per le rinnovabili. ROMA - Per la prima volta dal dopoguerra i consumi energetici globali sono in netta flessione: Un segnale negativo dal punto di vista economico ma anche preoccupante dal punto di vista ambientale. Il rapporto dell'International Energy Agency, distribuito al G8 energia aperto ieri a Roma, precisa infatti che nell'immediato la crisi ha portato a una riduzione del carico inquinante 6 per cento in meno di emissioni di anidride carbonica nel e una quota analoga nel , ma nel lungo periodo i gas serra aumenteranno: I primi atti concreti sono stati la firma da parte di 13 paesi dell'accordo internazionale sull'efficienza energetica, l'intesa tra l'Enel e l'ente elettrico statale egiziano per rilanciare le fonti rinnovabili, un accordo italo giapponese per la promozione del nucleare.

E in presenza di sbalzi continui e violenti, come ha sottolineato l'amministratore delegato di Sorgenia Massimo Orlandi, "serve un quadro stabile di regole e incentivi che consenta alle imprese di fare gli investimenti necessari a garantire la sicurezza energetica e quella climatica".

Spingere sull'innovazione e sull'energia pulita, ha aggiunto l'amministratore delegato del Gse Nando Pasquali, avrebbe ricadute positive anche sul piano occupazionale: Beh, dipende dai punti di vista.

Comunque a quel tempo gli ambientalisti ancora non esistevano. Lo stesso destino sta per capitare a Villa Opicina. Come verranno utilizzati tutti quei chilometri quadrati di terreno spianato, solo Dio lo sa. I dissenzienti sono stati messi a tacere in nome della ragion di Stato. Adesso si fa un gran parlare di Tav e di ponte sullo Stretto. Ma siamo sicuri che codeste gigantesche strutture siano indispensabili?

Sono certa di parlare non solo a titolo personale ma anche a nome di molti miei condomini e concittadini. A parte considerazioni del tipo: Basta che i Comuni riempiano le casse con costose concessioni edilizie, tanto chissenefrega del verde, del paesaggio, del benessere dei cittadini. Si dice che i giovani non si stanno avvicinando alla politica, che fanno desistenza, che non partecipano alla vita pubblica. Se questi sono gli esempi che diamo ai nostri ragazzi, allora come li capisco.

Mi congedo sapendo di essere nel giusto, ma purtroppo non basta per essere cittadini soddisfatti. Maria Irene Cimmino Petracco.

Mi associo alla lettera del sign. Il tracciato ufficialmente indicato, con lunghissime gallerie sotto il Carso e la Val Rosandra e molte curve quasi a tornanti, sembra davvero incomprensibile e ingiustificabile. Accordi politici, con quali motivazioni? Interessi economici di parte, p. I cittadini che porteranno le conseguenze anche di spesa pubblica vorrebbero conoscere le motivazioni vere, se ce ne sono. La Regione punta a sostenere il fotovoltaico con la manovra estiva: Il direttore generale Luccarini: A cominciare dalla cosiddetta flotta: Cinghiale attacca una coppia: E attaccano le persone.

Dunque nessuno scenario tenebroso o oscuro di tregenda. Abbiamo pensato di andarcele a mangiare in santa pace di fronte dove ci sono un tavolo e sedili di legno. Il mio cuore faceva battiti al minuto. A un certo punto Paola ha pensato di poter farsi valere con le ragioni forti: Allora ho capito cosa voleva realmente, la pizza.

In questo modo siamo riusciti a scendere e a raggiungere la strada. Avevo paura che provocasse un incidente. Non a caso un esemplare era arrivato in piazza Volontari giuliani, a due passi dal Giardino pubblico, mentre pochi mesi fa una donna in via Commerciale era stata circondata da alcuni cinghiali a caccia di cibo.

Il Senato approva il ritorno al nucleare. Legambiente e Greenpeace criticano duramente le ultime decisioni del Parlamento in campo energetico. Secondo gli ultimi sondaggi di Eurispes e Ipsos la maggioranza degli italiani non vuole la costruzione di nuovi impianti nel nostro Paese. Le nuove centrali non risolveranno i problemi energetici del Paese, non serviranno a mantenere gli impegni europei di riduzione delle emissioni di gas serra e non faranno abbassare la bolletta dei cittadini.

La graduatoria cambia se si considerano gli impianti fotovoltaici su larga scala. La riduzione delle tariffe di vendita alla rete dell'energia fotovoltaica feed in sta anche generando un maggior stimolo per lo sviluppo.

Grazie a questo stimolo l'industria sta lavorando a pieno ritmo per creare concetti produttivi anche migliori. Inoltre le tariffe feed in di acquisto dell'energia fotovoltaica non sono studiate per diminuire nei prossimi anni, ma solo per essere aggiornate con il tasso di inflazione. Questi elementi spingono i fornitori francesi di energia solare a ridurre i costi di produzione rispetto al concorrente tedesco.

Predonzan Wwf spiega la resa - Il sindaco Ret: Chi ride e chi piange. Ha vinto, a duro prezzo, chi voleva il villaggio turistico e lo scavo del fondo cava.

Hanno perso gli ambientalisti e si sono zittiti i comitati e i protestanti di vario genere. E i parcheggi sotterranei? Maria Bianca Degrassi si era opposta, cercando di far rimuovere il bidone e il suo maleodorante contenuto. Le schede di valutazione sono 22 divise in 6 aree: Il Vea rappresenta un ottimo strumento di controllo, monitoraggio e promozione. Ogni giorno passa quattro delle sue sedici ore di veglia o per la strada o occupato a procurarsi i mezzi che l'auto richiede, senza contare il tempo speso in altre occupazioni imposte dal trasporto: Mauro Luglio - Monfalcone.

Ora assistiamo ad un nuovo capitolo di questa vicenda: Legambiente chiede che i Comuni: Cantieri e scavi per dieci anni. Si tratta di un impianto di produzione di energia elettrica dalla potenza di 12 MWe e che consuma mila tonnellate all'anno di biomassa legnosa.

E' noto che la vicenda ha determinato la caduta della Giunta Comunale di Pontebba e la nomina di un Comissario Straordinario da parte della Regione Friuli Venezia Giulia nella persona del dott. Il Commissario in una sua dichiarazione, anche in seguito ad incontri con i Capi gruppo uscenti, aveva assicurato di non essere disponibile ad alcun atto significativo in relazione alla realizzazione di questo impianto.

Nei giorni scorsi, con delibera n. Per favore, sostituite Daniele Damele, prima che faccia ulteriori danni. Ampliamento e potenziamento delle strutture portuali. Un iter che rischia di portar via due anni, due anni e mezzo. Resta ancora aperta la battaglia per il terminal di Fernetti dove si contrappongono lo stesso Boniciolli e il presidente della Camera di commercio Antonio Paoletti. Non sono esclusi un accordo o una fusione tra queste tre proposte. Queste le principali opere previste dal nuovo Piano regolatore.

Tutte queste opere sono logicamente ora incluse nel Piano regolatore. No Tav, una mozione impegna il futuro sindaco del Comune di S. Ad ascoltarlo ci saranno gli studenti delle classi terze delle medie Addobbati e Brunner.

Questa meta rappresenta per gli studenti una sorta di sfida cognitiva, che li porta a interrogare un illustre scienziato e ricercatore. Rigassificatore di Trieste - Disco verde sull'ambiente - L'annuncio del sottosegretario Menia "Imminente la firma del ministro". E' arrivato il via libera anche dalla commissione per i beni culturali - Le censure slovene non sono state accolte dall'Unione Europea.

Prima casa, fino a 10mila euro per i pannelli solari - La giunta stanzia 9 milioni. Per il triennio , come detto, sono disponibili 9 milioni di euro. Beneficiari dei contributi sono i soggetti privati proprietari o comproprietari di immobili ''prima casa''. La Regione parte con una previsione minima di domande all'anno.

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute dopo la presentazione della domanda. Le domande potranno esser inoltrate alle Direzioni provinciali dei lavori pubblici competenti per territorio entro 60 giorni dalla pubblicazione sul Bur del bando prevista il prossimo 3 giugno: Duecento operai con euro al mese: Nello spcifico verranno svolte mirate analisi delle polveri sottili Pm 10 e degli idrocarburi policiclici aromatici benzoapirene.

Il festoso raduno di circa persone era caratterizzato dal presidio di animali, soprattutto cani e cavalli. Ogni metro di lavoro corrisponderebbe a una grotta: Tra i politici mischiati ai presenti anche Alessandro Metz ex consigliere regionale dei Verdi e Giorgio Jercog consigliere comunale uscente di San Dorligo della Valle.

Sulle panchine nel piccolo spazio verde alcuni banchetti improvvisati per la vendita di libri ecologisti. Due gli striscioni poggiati a terra, entrambi con dicitura italiana e slovena: Tante infine la bandiere a sfondo bianco con la scritta No Tav in rosso e la locomotiva stilizzata di un treno in nero barrata con una X sempre di color rosso.

Paoletti presidente di Transpadana: Di chi la colpa di tale disinteresse? Di una mancata imposizione organizzativa da parte delle Istituzioni locali nonostante il notevole balzello della Tarsu imposta smaltimento rifiuti , o della mancata esortazione che deriverebbe implicitamente da una presenza capillare di cassonetti e campane differenzianti i vari tipi di rifiuti? Compresa l'energia idoelettrica invece si arriva a 1.

In Germania, invece, nel sono stati mila i sistemi di produzione di acqua calda prodotta da energia solare installati. Nell'agosto del erano le aziende di energie rinnovabili ad avere un fatturato di oltre milioni di dollari. Almeno 64 Paesi hanno oggi in atto misure per promuovere lo sviluppo di energie da fonti rinnovabili. Lo ha ribadito il ministro alle Infrastrutture ai Trasporti, Altero Matteoli, partecipando a Torino, ad un incontro sulle grandi opere promosso dal Pdl.

Altre informazioni dettagliate si possono trovare sul sito della Prefettura - www. Il tracciato della Tav. Se deve servire il traffico merci il percorso per arrivare in porto, tra tornanti e scambi per la linea verso Capodistria, diventa lunghissimo. Il Comitato di via Pollaiuolo vuole ribadire ad alcune affermazioni esposte dall'arch.

Fabbro nell'articolo "Sadoch in degrado, continua la protesta" pubblicato il 4 maggio. Tonnellotto aveva fatto fare una bonifica valutata a suo tempo dall'Ass. Desta nuova preoccupazione negli abitanti l'affermazione dell'ing. Il Comitato di via Pollaiuolo. F Italia Nostra Legambiente L. Decine e decine di cantieri, vallate una volta incontaminate e ora completamente invase da ruspe e cemento. Dalla platea scrosciano applausi. Gli attesi esponenti dalla Val di Susa invece non ci sono.

Molto sentita la missiva di Nicoletta Dosio: Tra i temi toccati la pianificazione per l'uso efficiente e lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia del Comune di Muggia e del Comune di San Dorligo della Valle.

Presenti anche i volontari dell'Ecosportello per fornire informazioni sugli aspetti normativi e sulle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. Castelreggio, esposto degli ambientalisti - Presentato dalla Greenaction Transnational alla Procura di Trieste assieme ad altre istanze. Molti affiliati di quella associazione sono confluiti proprio in questo nuovo sodalizio.

L'unica buona notizia arriva intanto dalle previsioni meteo: Prendete ad esempio Roberto Sasco, presidente della Sesta e uomo Udc. Articolata anche la contestazione di Fabio Omero del Pd. Anche nella maggioranza che regge il Comune le posizioni sono a dir poco variegate. Quello degli uffici non era solo un parere indicativo. Tre mesi nei quali saranno dodici, complessivamente, le biciclette messe a disposizione a rotazione tra i due parcheggi con fascia oraria continuata 7.

Investimenti pari a un miliardo e milioni di euro, cui si sommeranno ulteriori spese straordinarie collegate principalmente a imprevisti. Ad esempio quelli - se non scontati, altamente probabili - da ricondurre agli ostacoli inattesi che verranno rilevati nel sottosuolo. Costi per materiali, opere ferroviarie e servizi di ingegneria le cifre complessive vengono riportate nella tabella a fianco: Una di quelle che tutti considerano appartenente al capitolo delle grandi opere, considerata strategica da Stato e imprenditoria e contestata dagli abitanti delle aree interessate dal passaggio del suo percorso, specie chi - come i residenti e gli amanti della Val Rosandra - teme di vedere stravolto il paesaggio circostante.

A proposito di costi complessivi da sostenere per il mantenimento annuale, a opera terminata e per i due paesi congiuntamente, cresceranno o diminuiranno a partire dal stesso, tra manutenzioni straordinarie, gestione delle infrastrutture ferroviarie, operazioni del servizio merci e quelle del trasporto passeggeri. Non solo costi, ma anche entrate. Allungando il tragitto con partenza da Milano e arrivo sempre alla vicina Repubblica, la quota lieviterebbe fino a ,40 euro per treni merci. Restringendo invece il campo al percorso Trieste-ex confine, per treni di tipo regionale si arriverebbe a 92 euro mentre per quelli merci a , Sono stati portati a compimento anche dei calcoli sulle presunte entrate complessive annue da pedaggio.

Partendo dal , annata ancora considerata di attivazione parziale della Trieste-Divaccia, in cui i milioni in entrata arriverebbero alla cifra di dieci e mila euro. Cinque anni dopo, nel ed a pieno regime, il dato crescerebbe a 13 milioni e mila euro. Due manifestazioni di protesta contro il progetto Tav Trieste-Divaccia sono state organizzate per i prossimi giorni. I vari delegati esporranno le loro motivazioni. Ma non saranno da soli: Un modo per inviare agli autori del progetto della tratta locale del Corridoio 5 un messaggio firmato da tutto il mondo della natura.

Soprattutto quando si vuole puntare a una sua pedonalizzazione con il famoso "ring" che gli gira attorno. Omero fa un esempio: E poi l'attuale piano del traffico prevede che proprio via San Spiridione, da dove dovrebbero entrare e uscire le auto del nuovo park, e il primo tratto di via Filzi fino a via Machiavelli diventino aree pedonali o a traffico pedonale privilegiato. La Regione Friuli Venezia Giulia attraverso una condivisione con gli Enti Locali interessati - prosegue l'Assessore regionale - ha proceduto alla definizione di un tracciato che, seppure in presenza di ulteriori elementi di approfondimento tecnico, risulta maturo per consentire il completamento del progetto preliminare e il pieno rispetto della tempistica comunitaria.

I finanziamenti europei per la progettazione preliminare si possono quantificare in 3 milioni sulla tratta ferroviaria Quarto d'Altino-Ronchi dei legionari su un totale di 8 milioni e di un ulteriore finanziamento di 2 milioni di euro sulla tratta Venezia Mestre-Quarto d'Altino su un costo complessivo di progettazione di 4 milioni e mila euro. Concetti buoni e giusti. Anche qui Riccesi sembra avere idee chiare.

Ampi spazi dalle case confinanti vicine. E i torinesi al tempo delle Olimpiadi invernali? I triestini non possono fare lo stesso? Il conflitto fra Friuli Venezia Giulia e Regione Veneto che studia un percorso alternativo vicino al mare. Contatti affannosi sono in corso, in queste ore, per tentare di trovare una soluzione, una bozza, in modo da non perdere i finanziamenti e con essi anche la faccia.

Soprattutto il Veneto che per ora non ha deciso nulla mentre i friul-giuliani, soprattutto sotto la presidenza di Riccardo Illy, per il quale il Corridoio Cinque era una vera ossessione, sono andati avanti. E come in tutti i casi che si comincia a discutere un progetto invece di un altro, si finisce nel nulla.

Leggo sulle Segnalazioni la polemica di un consigliere comunale dell'opposizione, riguardante la composizione della nuova Commissione comunale per il paesaggio, istituita recentemente con legge regionale, con competenza sull'impatto architettonico nelle zone di pregio ambientale.

Un documento seriamente strutturato, e quindi applicabile. Piero Camber - capogruppo Pdl al Comune di Trieste. Dopo avere ricevuto un no dal Consiglio di Stato sulla questione delle antenne Gsm-R che le Ferrovie vogliono installare per le comunicazioni interne alle gallerie ferroviarie, gli abitanti di via del Veltro non si danno per vinti.

Emendamento che in sostanza esautora i Comuni e le Soprintendenze - anche in presenza di aree paesaggistiche tutelate - da ogni parere sulle installazioni di sicurezza delle Ferrovie. I cittadini invitano Menia a un sopralluogo nella via posta sotto San Giacomo. Nel documento si rileva come del problema si siano occupati il Comune - con la Commissione trasparenza - e la Direzione regionale per i beni paesaggistici.

Questi ultimi due enti hanno fatto ricorso, sia al Tar che poi al Consiglio di Stato, ritenendo che gli enti locali dovrebbero essere consultati quando esista un vincolo paesaggistico, ricevendone come si diceva un doppio pollice verso. Spiega il consigliere comunale Verde Alfredo Racovelli: Giovanni o in via Locchi. Vi daranno una bici con chiavetta anti-furto per fare le vostre commissioni in zona. Dal al , inoltre, i ricavi da vendite e prestazioni sono passati da due milioni a due milioni e mila, mentre le spese sono diminuite di mila euro per un drastico contenimento dei costi passato anche per un ridimensionamento dei servizi esternalizzati.

Numeri che collocano Amt tra le Spa a capitale pubblico ad alto valore strategico per il Comune. Treni, massimo 5 minuti di ritardo. E ci sono altri 8 mezzi in cantiere per migliorare ulteriormente negli anni successivi: Si lavora per il cittadino: Convogli da utilizzare su quali tratte? Sempre in tema di risorse, per il la Regione, a fronte di un volume di traffico di 3. Nel dettaglio il documento sottoscritto ieri prevede per ogni anno un miglioramento di mezzo punto percentuale sul rispetto degli orari: In casa di inadempienza ecco le sanzioni: La Regione taglia i contributi alle associazioni - Il numero resta alto 75 , ma i soldi sono in calo: Niente fondi agli enti locali.

Meno soldi per tutti e, evidentemente, qualche escluso. Le Aziende sanitarie dovranno impegnarsi a promuovere la creazione di una rete sanitaria territoriale che si occupi, oltre che della prevenzione, anche della cura e della riabilitazione, raccordandosi con datori di lavoro, organizzazioni di categoria, rappresentanti dei lavoratori, referenti dei servizi di prevenzione. Fondi regionali al Circolo Miani Ora indaga la Corte dei conti - Si punta a chiarire se gli uffici abbiano verificato la correttezza delle richieste avanzate dal Circolo.

Va aggiunto che le inchieste della magistratura contabile da qualche anno possono snodarsi su un binario autonomo dalle analoghe iniziative penali, mentre un tempo la Procura della Corte dei conti, prima di agire per danno erariale, doveva attendere il passaggio in giudicato della sentenza della magistratura ordinaria. Assistenza al computer, giardinaggio, dopo scuola per ragazzi, ecco alcuni esempi di servizi molto preziosi per chi ne ha bisogno e non vuole ricorrere al solito mercato economico.

Da tempo esiste un progetto che garantisce uno scambio reciproco di prestazioni utili. L'Associazione "Mamme in gioco" e l'"Aida" Associazione Interculturale donne assieme hanno accettato immediatamente l'invito, e con il supporto del Comune di Muggia hanno creato questa nuova struttura.

Per aiutare la partenza del progetto, il Comune organizza un corso gratuito di baby sitter della durata di 30 ore, le persone che lo frequenteranno si impegneranno a offrire un po' del loro tempo presso la ludoteca. Le iscrizioni al corso saranno aperte fino tutto il mese di maggio presso la ludoteca "Fantamondo" in Via D'Annunzio 12, fino a giugno invece presso il Servizio Educativo, Politiche Giovanili e Sport in Piazza della Repubblica 4.

Leggo sul Piccolo un articolo che approfondisce il tema della Tav con particolare riferimento alla tratta Ronchi-Lubiana via Trieste Divaccia. Ci sono, oltremodo, notizie in merito alla destinazione di detto materiale? E dove passeranno i camion, ipotizzando che una massa tale venisse impiegata ad esempio sulla zona del fronte mare? Mi era stato detto che non si poteva fare altro in quanto, come stabilito da una delibera della giunta regionale, il Comune doveva espletare tale incombenza entro il 22 aprile pena la perdita della delega di tale compito che sarebbe passato alla Regione.

Ancora una volta i consiglieri comunali dovevano esprimersi, presentare eventuali emendamenti e successivamente votare un documento in quattro giorni, tra i quali un sabato e una domenica.

Dalla gentile funzionaria che mi ha risposto ho appreso che la scadenza non era quella del 22 aprile ma del 9 maggio. Ha insinuato che questo era una tentativo della sinistra per lottizzare la commissione paesaggistica.

Mentre proprio gli emendamenti da noi proposti andavano in senso diametralmente opposto. Bruna Tam - Consigliere comunale Pd. Fotovoltaico, la corsa continua.

Prevista una riduzione degli incentivi. Le bandiere blu Aggiunge il Sindaco di Lignano: L'ambito riconoscimento premia le marine che, a un'attenta valutazione globale, sono in linea con le indicazioni e le politiche di rispetto e tutela dell'ambiente. Tra le motivazioni, la cura e l'attenzione con le quali la Lega, nonostante gli spazi e le strutture non particolarmente ampi a disposizione, ha cercato di promuovere interventi e iniziative sempre in linea con la difesa e il rispetto dell'ambiente marino.

Infine — aggiunge - di anno in anno ci sono verifiche, per controllare se i programmi di miglioramento indicati dalle marine sono rispettati. ROMA Meno rifiuti sulle spiagge delle vacanze: Bandiera blu anche a 60 approdi turistici erano stati 56 lo scorso anno. Sul podio la Liguria raggiunge Marche e Toscana con 16 vessilli a testa. Stabile invece l'Emilia Romagna che rimane a 8. Sicilia, Calabria e Lazio ne hanno acquistata una raggiungendo quota 4; il Friuli Venezia Giulia riconferma le 2 dell'anno scorso come la Sardegna.

Il Molise ne perde una rimanendo con 1 sola Bandiera Blu, come la Basilicata. I laghi sono presenti con 2 bandiere blu. Antonio incontra due ostacoli: Ma come, ignorando la bora si vuol fare quella specie di vasca trasparente, che diventerebbe subito un ricettacolo di immondizie? Sembra di capire, dunque, che il progetto Pirzio Biroli dovrebbe far testo, ma solo per le opere esterne.

ROMA Gas Natural, che ha in progetto un impianto di rigassificazione a Trieste, ha diffuso ieri i risultati del primo trimestre Lo rende noto la compagnia in un comunicato. Gas Natural Distribuzione Italia ha raggiunto a marzo di quest'anno Al Sindaco di Trieste. ROMA Un giro d'affari da 20,5 miliardi nel Nel Rapporto ecomafia , presentato ieri, risultano Ma solo smaltire una tonnellata di questo purtroppo ancora diffusissimo materiale ne costa In sostanza, si tratterebbe di impiantare in una zona senza rischio ambientale questo capannone dotato di fornace a metano, dove lavorerebbero circa 30 persone tra cui chimici.

Lo ha finanziato la Regione, che vi ha inserito anche informazioni su tutti i provvedimenti legislativi esistenti. Non saranno infatti solo gli gli abitanti del Carso triestino a ribadire la loro preoccupazione per il progetto della Trieste-Divaccia: Tutti uniti da un denominatore comune: Leggo le critiche del signor Leo Tamburini alle associazioni ambientaliste su vari argomenti e vorrei precisare quanto segue.

Fabio Longo - presidente del Comitato Sos Muggia. Ma lo smentisco subito: Mi dispiace che, a quel punto, non sia venuto da me come ha fatto altre volte, la strada la conosce bene.

Mi stupisce la sua uscita, considero Racovelli persona corretta ed educata in ambito consiliare, ma capisco che fa gola una foto sul giornale Il disegno di legge, ha spiegato Riccardi, intende inoltre ridefinire le competenze degli enti locali trasferendo in particolare alle amministrazioni provinciali le competenze autorizzative attualmente svolte dai Comuni che rimarranno invece in capo alla Regione per quanto riguarda impianti di grandi dimensioni.

I Comuni saranno chiamati a predisporre i Documenti energetici comunali che saranno il passaggio attuativo del Programma energetico regionale e dei Programmi regionali attuativi. La bozza si pone come obiettivo la semplificazione delle procedure di autorizzazione a tutti i livelli per quanto concerne impianti energetici di produzione, depositi e infrastrutture per il trasporto e la distribuzione di energia, puntando allo strumento della conferenza dei servizi per arrivare a procedimenti unici.

La Regione parte civile contro Fogar - Il presidente del Miani accusato di falso e truffa: Tempi lunghi insomma, ma anche una battaglia a tutto campo. I risultati del progetto "3 Erre": Cosa diranno i nostri cari commercianti di 4 anni di lavori per il parcheggio di piazza S.

Oggi, con la crisi, che faranno? A chi interessa oggi rovinare il centro cittadino riportandovi il traffico allontanato con tanta fatica? La battaglia tra i pro e i contro sta infuriando. Gas Natural ha previsto un investimento di milioni. La Snam ha previsto una spesa di milioni, anche in questo caso 50 mesi di lavori.

Anche in questo caso la conclusione dei lavori prevista per il sembra ottimistica. Prima di ciascuna delle esibizioni musicali saranno letti articoli della Costituzione.

I resoconti riferiscono infatti che, per la valutazione degli aspetti ambientali ed economici, il progetto del metanodotto Trieste-Grado-Villesse sarebbe "oggettivamente scollegato" dal progetto del rigassificatore di Zaule. Sollevamento dovuto sia al movimento delle gasiere, sia ai lavori di dragaggio e posa tubature, che entrambi i progetti prevedono. Tutti aspetti grandemente sottovalutati, come il Wwf e altri hanno ripetutamente segnalato.

Un modo davvero singolare di anticipare le conclusioni di una procedura Via - quella sulla centrale proposta da Lucchini Energia - ancora in corso e, a quanto si sa, ben lungi dal concludersi. Si sottintende che i tecnici del ministero ubbidiranno in ogni caso ai diktat politici? La centrale Lucchini, tuttavia, utilizzerebbe solo una parte dell'acqua di scarto del rigassificatore, ma soprattutto aumenterebbe di molto le emissioni inquinanti: Dulcis in fundo il ministro ha anche ipotizzato una sorta di arrogante "do ut des": Hanno risposto in due: Un modo per avvicinare i cittadini a questo mondo, spesso conosciuto in modo superficiale.

Da indiscrezioni trapelate sino a questo momento, parrebbe che il livello di inquinamento presente sul sito, specialmente nei punti estremi del terrapieno, quelli a contatto con il resto del lungomare, non presentino parametri allarmanti. Il completamento delle controanalisi era l'ultimo passaggio tecnico prima dell'avvio della conferenza dei servizi che in questi giorni la Regione sta convocando, per legge, non prima di 15 giorni dalla conclusione delle indagini chimiche.

Pasta in piazza, contro le mafie. Una pasta "antimafia" che aiuta gli anziani. La Dalla Chiesa ha gentilmente prestato la sua voce per uno spot radiofonico che trasmesso sulle principali radio e la sua immagine per la realizzazione di una apposita locandina.

Alessandro Minisini - Gruppo misto Partito della Nazione. In campagna elettorale mi disse che del rigassificatore non voleva saperne, adesso lo appoggia in pieno.

Certo avrebbe dovuto dare qualcosa di alternativo a Trieste e invece niente, neanche un progetto Sembra facile, ma pare che non lo sia. Ma io dico una cosa Una centrale nucleare, con annessi e connessi, certo. Nessuno, per dire, si sarebbe sognato di farla sul mare. E non parliamo di Tondo Che cosa le ha fatto il presidente della Regione? In campagna elettorale era venuto anche da me, giurando che del rigassificatore non voleva saperne.

Mi ha deluso moltissimo. Lei non le manda a dire, in effetti. Una specie di mini-Venezia. E attorno appartamenti, non solo quei vecchi enormi magazzini.

Sarebbe stata una cosa magnifica per il turismo. Gira la macchina e se ne va. Bisogna fare le cose che nessun altro ha.

Bisogna inventare qualcosa di nuovo. Diversamente lo realizzeremo a Capodistria. Anche noi abbiamo fatto i nostri calcoli, e le stime sulla possibile affluenza reggono. Cosa le ha fatto il sindaco? Si agita, si muove, sembra voler far tutto lui ma poi non so quanto faccia. E non parliamo di Postumia e delle sue grotte. Invece le cose stanno molto ferme?

Si temono contraccolpi occupazionali dalla chiusura della Ferriera? Sono persone, lo so bene, ma con un lavoro duro e sottopagato. Possibile non si riesca a riciclarle? Certo a Trieste avete altri problemi. Anche quello non le piace? Adesso il trampolino sul mare lo faremo noi.

Quelle piante che stanno in mezzo alle quattro corsie. Sembra di essere in un cimitero. Non hanno messo olivi, palme, no, quelle piante da cimitero. Mancano solo le lapidi. A lei non pare? Tutta una bellezza buttata via. Sindaco, anche i semafori? Ci sono tanti turisti, devono pagare. E le autostrade italiane, quanto costano?

Ma direi un giusto sistema, europeo. A proposito di triestini, secondo lei hanno superato una certa logica di confine? Penso sia solo una questione di voti, legata al fatto che da voi il periodo elettorale dura cinque anni, tutto un mandato Questo modo di fare si ripercuote fatalmente anche sulle relazioni. Ne parlavo col presidente Paoletti: Bisogna allestire dei tavoli, confontarsi, conoscersi.

Ha dei suggerimenti per la candidatura del futuro sindaco di Trieste? Non sarebbe un sistema assolutamente democratico?

Detto questo, auguro a Trieste intanto che il candidato non sia un politico ma un imprenditore, meglio ancora se totalmente svincolato dai partiti. E ai triestini cosa augura? Di trovare presto degli sbocchi per il futuro. A meno che qualcuno non pensi di mostrare ai suoi figli la Ferriera o il rigassificatore e dir loro: Luoghi del genere non si trovano tanto facilmente, con quei palazzi che danno al tutto un valore aggiunto.

E crede che le attrazioni, di qualsiasi tipo siano, portino indotto a tutto il territorio. Una dichiarazione pesante, che sta a significare solo una cosa: Castelmuschio, che pareva in netto vantaggio sul rigassificatore di Zaule nel Golfo di Trieste, potrebbe essere facilmente scavalcata dal terminal italiano, con tutte le conseguenze che ne deriverebbero.

Non vogliono che i cittadini vengano a vedere? Automaticamente verrebbe da pensare che abbiano qualcosa da nascondere Intanto Sasco, come prima apertura, ha invitato i presidenti delle sette circoscrizioni a partecipare alla seduta sulle controdeduzioni regionali. E sono state un centinaio le telefonate giunte al centralino dei vigili del fuoco. Tutta colpa delle esalazioni di idrocarburi provenienti dalle cisterne di qualche petroliera.

Poi si sono ripetuti con una certa frequenza. Un gas inerte viene mantenuto sullo superficie del greggio per ragioni di sicurezza. Timavo, mila euro per ultimare la bonifica - Ret: Ora possiamo procedere con la riqualificazione del sito e inserirlo nel circuito turistico. Lo annuncia il sindaco di Duino, Aurisina Giorgio Ret: Da rimuovere ancora centinaia di ordigni.

Domani, in via Dante, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle Alla Bottega del Mondo in via Torrebianca 19 oggi dalle Inoltre tutta la settimana al mattino nei Comuni della provincia di Trieste. Un sibilo che poteva sembrare uno scoppio, una fiammata e il terreno che ha tremato per 40 secondi.

Il blocco delle due linee era stato devastante sul piano economico: Accanto a lui erano schierati gli altri legali - Tiziana Benussi, Paolo Pacileo e Sergio Mameli - che assistono i vertici della ex municipalizzata trascinati in aula come imputati. In sintesi tre sono le vie percorribili in astratto per sanzionare sul piano penale le fuoriuscite di diossina. Il Comitato No Tav: Noi vogliamo invece un treno che serva a tutti, soprattutto ai pendolari e alle merci. Membro del direttivo per la provincia.

Il Csv offre ai suoi soci servizi che vanno dalla consulenza all'assistenza logistica alla promozione di eventi, con l'intento, come indicato dalla Legge quadro sul volontariato, di qualificare e sostenere le organizzazioni di volontariato presenti sul territorio. A Trieste sono le associazioni iscritte, per un totale di oltre 15 mila soci.

Tra gli altri candidati per Trieste anche Andino Castellano, sostenuto dalla sezione regionale del Movimento per il volontariato nazionale. Fitto il programma che Gregori intende portare avanti nei prossimi anni per cercare di razionalizzare i costi della struttura. Circostanza, questa, che non ha mancato di sollevare qualche mugugno. Gli alloggi saranno costituiti probabilmente da cucina, soggiorno, bagno e due stanze da letto.

Da segnalare il fatto che le installazioni saranno curate da imprese del territorio. Alla edizione del festival saranno circa 50 le associazioni locali che hanno aderito alla manifestazione, coinvolgendo tra l'altro qualcosa come tra operatori e artisti: Evento che si affida a una sequela di variegati appuntamenti. Per quanto riguarda il bilancio dello Stato, lo sgravio fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica risulterebbe a costo zero. Anche gli imprenditori difendono gli incentivi: Rigassificatore, Corazza Idv avverte: Sul progetto pendono numerosi ricorsi al Tar da parte di varie amministrazioni locali Muggia, San Dorligo della Valle e Capodistria e di numerose associazioni per la tutela del territorio Wwf, Legambiente, Greenaction Transational.

Un modo davvero singolare di anticipare le conclusioni di una procedura VIA — quella sulla centrale proposta di Lucchini Energia — ancora in corso e, a quanto si sa, ben lungi dal concludersi. Il ministro Prestigiacomo, massimo garante in teoria di una rigorosa valutazione tecnica degli impatti che i progetti di opere private comportano per gli equilibri ambientali e la salute pubblica, pare quindi incline ad assecondare piuttosto le pressioni della politica e degli interessi economici che con questa si intrecciano.

La direttiva europea si ripercuote in particolare sul golfo di Trieste Guido Doz: Qualche giorno fa Doz ha fatto il punto della situazione con il direttore generale della Pesca del ministero delle Politiche agricole, Saverio Abbate.

Deroghe alla normativa comunitaria non sono previste. La situazione si fa dunque critica per i pescatori di Trieste e della regione. Non so dove si vuole arrivare con queste direttive. Sono apparsi infatti oltre duecento vistose scritte legate a tronchi e rami. Il contenuto del loro messaggio? Dissesto geologico a Marina di Aurisina: Lo stesso professionista che lo scorso anno ha elaborato la relazione geologica, geotecnica e geostatica del lembo di litorale che, per 1.

La questione si trascina da mesi. Una volta riunite le parti, tuttavia, sono sorti i primi problemi. Di qui la ritrosia degli attuali residenti e degli agricoltori a pagare per la sistemazione. Ma il consigliere dei Verdi Maurizio Rozza ribatte: Lo sostiene un super-esperto, il prof.

Livio Poldini, che oggi alle Sostanzialmente Poldini ha individuato tre fattori primari. In secondo luogo il riscaldamento globale, che di fatto ha creato la morte di diverse piante. Quando abbassiamo le tapparelle per schermare il sole estivo, in teoria riduciamo il calore. Se poi teniamo computer e stampante accesi, o magari qualche elettrodomestico peggioriamo ancora la situazione. Ieri la Prestigiacomo ha preso tempo, visto che tutte le carte giunte da Lubiana sono in sloveno quindi serve un preciso lavorio di traduzione e poi di analisi.

Un ritardo di poche settimane. In base all'accordo - alla firma sono intervenuti anche i vertici delle agenzie nazionali sulla sicurezza nucleare - i due Paesi potranno scambiarsi 24 ore su 24 tutte le informazioni utili a minimizzare gli effetti di un eventuale incidente nucleare.

Chi investe in particolare accorgimenti di salvaguardia ambientale quali il riscaldamento fotovoltaico ottiene sconti sulla spesa da sostenere. Saranno identificate le condizioni migliori per poter riutilizzare i terreni. Clima molto teso e schermaglie tra pm e difesa sulla costituzione della parte civile Ha ascoltato le parole pesanti dei suoi accusatori Maurizio Fogar, il presidente del Circolo Ercole Miani accusato di truffa e falso.

Verso le 13 Maurizio Fogar ha avuto un lieve malore. Ha preso posto nuovamente accanto al difensore e ha ascoltato le schermaglie tra accusa e difesa, spiegando a tratti al difensore questo o quel dettaglio. In sintesi Maurizio Fogar decide tutto. Ma in quei mesi ho capito come funzionava il circolo. La fattura era stata poi girata alla Fondazione Cassa di Risparmio, ma secondo Giorgio De Cola, sarebbe finita anche nel rendiconto presentato alla Regione.

A sorpresa il difensore ha depositato ieri nelle mani del giudice sei richieste controfirmate di iscrizione al circolo. Prossima udienza a fine giugno. Alla Kemiplas negato il certificato ambientale - La fabbrica chimica di Capodistria ora rischia di dover sospendere la produzione. Per questo motivo, e' stata respinta la sua richiesta di ottenere il certificato ambientale europeo IPPC. Nel frattempo, la produzione continua. L'impianto, di cui gli ambientalisti ormai da anni chiedono lo smantellamento, nel era rimasto inattivo per un lungo periodo, ma in quell'occasione la sospensione era dovuta a motivi economici e non ambientali.

Dall'obsolescenza del rigassificatore proposto alle tecnologie innovative di Excelerate Energy. Alla luce di quanto emerso negli ultimi mesi in merito alle tematiche inerenti i rischi antro-pici trattati dal Tavolo Tecnico Rigassificatori Trieste e alla complessiva situazione del terri-torio del Friuli Venezia Giulia, il personale VV.

Rigassificatore di Veglia chiesta la licenza edilizia al governo di Zagabria. Le croate Hep Azienda elettrica statale , Plinacro distributore principale del gas nel Paese e Ina azienda petrolifera hanno inviato ad Adria Lng la missiva in cui si chiedeva di poter aderire al progetto.

Tra i compiti, anche la fissazione degli investimenti a Castelmuschio. Nel frattempo andranno stipulati i contratti commerciali. Ancora un paio di cifre relative al progetto: La seconda, che le informazioni che davvero avrebbero potuto interessare le industrie locali non sono arrivate. E poi, il lavoro: Non una parola, invece, per il lavoro stabile, a impianto avviato: Oggi a Trieste la firma bilaterale.

E, al contempo, si impegnano a collaborare in nome della sicurezza. Italia e Slovenia, ormai, sono pronte: E lo firmano, non casualmente, a Trieste: Stefania Prestigiacomo e Roko Zarnic.

Un passo importante nel segno della sicurezza nucleare, ma non solo: E la nomina di due coordinatori ad hoc. Per i bambini una festa in bici. Le manifestazioni in passato erano separate: Un appuntamento tradizionalmente dedicato alle famiglie, agli amatori e a tutti cittadini interessati a uno stile di vita attivo. Molto significativa anche la componente ecologica della manifestazione. La banca del tempo internazionale "Aiuto Dal Cielo?

A fianco del positivo bilancio della pedalata ecologica, va registrato il grave stato di degrado nel quale alcuni vandali hanno ridotto il punto di partenza della pista ciclabile della Val Rosandra. La norma prevede tre fasce di controllo: In questo contesto si inserisce la prossima riunione della conferenza dei servizi, convocata il primo giugno, nel corso della quale i soggetti proprietari delle antenne ripetitrici presenteranno le integrazioni ai progetti richieste dal Comune.

Storia scritte non solamente con specie e habitat protetti ma anche con e da persone che si sono impegnate con passione alla tutela di parti di territorio oggi divenuti aree protette gestite con successo, a livello europeo e mediterraneo. Interrogativi sempre piu' inquietanti sui retroscena da indagare - ancora propagande diversive al posto dell'informazione. I tempi di realizzazione non saranno comunque brevi. Ferriera, primo incontro tra Dipiazza e i sindacati - Godina: Questa la reazione furiosa del vicepresidente della Provincia Walter Godina, che aggiunge: Dipiazza ci ha detto di avere voluto intanto avere una nostra valutazione su un documento che noi non siamo in grado di valutare, e che comunque il sindaco prima di consegnarci ha detto di volere consegnare alla Regione.

Informazioni sul risparmio energetico? Viene da dire che gli opposti si tengono. Ristorante su una terrazza per il personale di Palazzo Chigi. Vista sui tetti di Roma e prezzi stracciati. Con il rischio che, come abbiamo la delocalizzazione delle industrie, avremmo la delocalizzazione dei poteri regionali nei territori degli antichi occupanti del nostro paese: A questa proposta di Ruffolo ha prontamente replicato Eugenio Scalfari sulla Repubblica del 16 maggio.

Per Scalfari e per Napolitano, aggiunge questo sarebbe l'obiettivo della Lega e sarebbe la fine dell'Italia, con un nord europeo e un sud magrebino. Fortunatamente Scalfari non condivide neppure il federalismo regionale e anch'io penso che la strada federalista sia un disastro. Sul filo di lana la Lega porta a casa il primo mattoncino della riforma fiscale che chiede dagli anni ' Sono esclusi i beni culturali e, soprattutto, buona parte del demanio militare caserme dismesse, vecchi alloggi o poligoni in disuso, etc.

Secondo una stima ufficiale dell'agenzia del Demanio a conti fatti si tratta di La maggior parte di questi sono nel Lazio: Piemonte, Lombardia e Veneto insieme ne raccolgono per milioni. In Basilicata, Calabria, Molise e Puglia restano le briciole: E per l'occasione il Carroccio trova un alleato inedito come Antonio Di Pietro. In concreto, il partito di Di Pietro ha ottenuto che nel testo siano richiamati gli articoli 5 e della Costituzione.

Un contributo su cui perfino lo stesso Calderoli maramaldeggia un po': I beni potranno essere ceduti a fondi immobiliari pubblici ma aperti a privati e soggetti istituzionali. Il relatore di maggioranza sul decreto, Massimo Corsaro del Pdl un ex An milanese vicino a La Russa tira un sospiro di sollievo: Da un lato ha lavorato al massimo per riempire di contenuti e qualche paletto una decreto iniziale pericolosamente vago.

Linda Lanzillotta, rutelliana dell'Api. In effetti questo primo passo federalista potrebbe anche essere l'unico. Una gigantesca partita di giro essenzialmente a vantaggio di Roma e del Nord. Evidentemente ridere piace a tutti. Se non ci fosse Berlusconi, Di Pietro potrebbe stare benissimo dentro un governo di destra. Almeno Di Pietro ha votato.

All'interno di questo governo non esiste nessuna opposizione di centrosinistra. Ma di questo decreto non salviamo proprio nulla? Con questo provvedimento lo stato trasferisce, con qualche eccezione, tutti i beni demaniali agli enti pubblici e sin qui niente di male. Con questo meccanismo tutte le superficie agricole e non sinora appartenute allo stato potranno diventare terreno edificabile. Ma una parte dell'articolo 58 era stata dichiarata incostituzionale.

Che una volta che hai comprato un pacchetto di immobili dallo stato ne puoi fare quello che vuoi. Il problema non sono le caserme ma, per esempio, i terreni agricoli. L'Italia nelle mani di costruttori e immobiliaristi, come lei dice. Che c'entarno le sorgenti con gli speculatori? Le spiagge almeno ce le hanno lasciate. Il che equivale a venderle. Postilla Pauroso il segnale politico e culturale che emerge da questa vicenda. Dagli articoli che riportiamo registriamo tre punti: Trieste e raccolta differenziata: Ora si tratta di organizzare in maniera efficiente la raccolta nella nostra provincia.

Caputi in rappresentanza del Comune e Assindustria. Sto sentendo ovunque gli stessi discorsi ma ancora non ho sentito una singola parola che vada realmente al cuore del problema.

Si parla di bonifiche, di impegno a fare valutazioni ma siamo lontanissimi da qualsiasi progetto. Ammonta a mila euro il finanziamento disponibile per i 10 chilometri di percorso. Nei giorni scorsi il sindaco Nerio Nesladek e i tecnici comunali hanno effettuato un sopralluogo lungo i tracciati per verificarne i punti cruciali. In questi giorni sta per essere affidato l'incarico per la progettazione dell'opera.

A questo anello che il Comune di Muggia sta per mettere in cantiere si collegheranno successivamente altri due tratti ciclabili: UDINE L'acqua piovana, filtrata, viene utilizzata per gli scarichi dei bagni, la lavatrice e l'irrigazione di orto e giardino.

Mentre l'automobile elettrica, sotto il portico, si ricarica. Niente allacciamento al metano, nessun costo energetico. A partire dallo studio bioclimatico del territorio per determinare sia la posizione che l'orientamento: La facciata Sud ha un'ampia vetrata che fa entrare luce e calore d'inverno e che viene schermata d'estate per evitare il surriscaldamento.

Quella Nord presenta invece una serie di finestrature di piccole dimensioni che d'estate garantiscono la ventilazione notturna. Una nota astrofisica favorevole al nucleare, e garante scientifica del Comitato italiano per il Controllo delle affermazioni sul paranormale e su molte altre cose, ha fatto recentemente alcune affermazioni da lasciarmi assai perplesso, tanto che suggerirei al suddetto comitato di farne un immediato controllo.

Altoforno della Ferriera, caricatrice in fiamme. Gli operatori di Legambiente saranno a disposizione del pubblico. Elia che dovrebbe essere illuminata non lo era affatto. Quattro luci a soffitto come in tutte le gallerie del mondo costavano forse troppo poco?

Dopo una certa ora del pomeriggio infatti coloro che vi transitano trovano regolarmente la galleria al buio. I giorni scorsi mi ero prenotato per telefono come da istruzioni e all'arrivo ho trovato il mio nominativo associato a quello della ditta sull'elenco dei partecipanti, controfirmandolo al momento di entrare nella "Sala Verde". Dall'estremo Nord alle isole, la raccolta di firme racconta un'Italia della partecipazione, di migliaia di territori attenti e attivi sui beni comuni vedere la mappa dei banchetti di raccolta firme su www.

E la raccolta firme non si ferma, ma rilancia. Tamburi e fischietti per richiamare l'attenzione dei passanti. Il marciapiede davanti al Municipio tappezzato di striscioni.

Una settantina di persone pronte a esprimere di nuovo la propria protesta contro l'inquinamento atmosferico. Piano antenne, la Trasparenza chiede un osservatorio medico. Approfondimenti continui, anche attraverso studi specifici effettuati dai tecnici comunali e dai loro consulenti. Queste le linee guida contenute nella mozione condivisa partorita dalla Commissione trasparenza, riunitasi per affrontare la questione del Piano antenne e delle installazioni previste dai gestori della telefonia mobile sul territorio comunale.

Intanto, la Quarta commissione ha effettuato il previsto sopralluogo in via Budrio. I cittadini avevano fermato altre soluzioni lungo la via per mesi. I residenti non sono stati avvisati di questo intervento, rimanendo bloccati. Lo ha affermato ieri Ciro Garcia Amesto, project manager del rigassificatore progettato per il sito di Zaule da Gas Natural Fenosa a una platea composta da una trentina di rappresentanti di imprese triestine e di associazioni di categoria.

Quasi diametralmente opposto invece il parere di Sergio Burlin del direttivo della Confartigianato: Ha avuto il tono di un proclama questa frase pronunciata ieri sera dal sindaco di Muggia, Nerio Nesladek, sotto le volte del palazzo della Camera di commercio, mentre all'interno si stava svolgendo il primo incontro, a porte rigorosamente chiuse, di Gas Natural Fenosa con le imprese della Provincia. Accanto a lui Fulvia Premolin, sindaco di Dolina. Si sono alternati in tanti a parlare, con la gente stretta attorno ai rapidi relatori, sotto le bandiere del Wwf, mentre una leggera pioggia ha avvolto il gruppo.

Lo scontro su Rio Martesin continua. Le ragioni sono sostanzialmente due: Quanto al secondo punto, Racovelli osserva: Si tratta di 13mila metri cubi totali, senza contare i volumi interrati, sottotetti e vani scale! Il Piccolo del 10 maggio. Dario Predonzan - resp. Una soluzione di questo tipo, secondo Marinaz, porterebbe diversi vantaggi: Le piante aromatiche del giardino-sauna rilasciano le proprie fragranze quando il passaggio dei visitatori attiva il nebulizzatore.

Ha collaborato a progetti di architetti del calibro di Richard Rogers e Norman Foster. Il Comune di San Dorligo, organo gestore della Val Rosandra a partire dal 2 ottobre in seguito all'accordo di programma quinquennale stipulato con l'amministrazione regionale, dopo aver ricevuto mila euro per i primi tre anni di gestione mila il primo anno e mila sia per il secondo che per il terzo aveva chiesto per il quarto e quinto anno complessivamente mila euro.

Molto preoccupata anche l'assessore comunale all'Ambiente Elisabetta Sormani: Critico invece il capogruppo di Uniti nelle Tradizioni Boris Gombac: A Trieste hanno aderito al progetto i seguenti istituti comprensivi: Federica Cauzer - Claudia Poropat.

In data 17 maggio , in occasione dell'incontro tra Gas Natural ed il mondo imprenditoriale triestino, ha avuto luogo un sit-in davanti alla Camera di Commercio di Trieste organizzato da: Il Comitato organizzatore del sit-in torna ancora una volta a richiedere, dunque, che Gas Natural si renda quanto prima disponibile ad un incontro pubblico con le parti interessate e la cittadinanza, aprendosi ad un confronto aperto, responsabile e democratico.

Stazione di Campo Marzio, un piano per il rilancio - Riccesi muove le acque: A quel tempo il Piano regolatore consentiva sei metri cubi per metro quadro in concessione diretta sul lato mare di Riva Traiana, che ricadeva in zona B1. Come se non bastasse il mercato immobiliare aveva allora iniziato la sua fase discendente. Motivi per cui, se sommati, avevano messo in ghiaccio il rogito di compravendita definitivo. E con voce triestina.

Dobbiamo ridiscutere la transazione, insomma. Con una trattativa che ha del clamoroso, al punto che lo stesso sindaco omette qualsiasi particolare. Ma se il prossimo anno le cose dovessero cambiare Cherso chiede aiuto ai cacciatori: Problemi anche a Veglia. Situazione ben diversa, e anche molto difficile, a Cherso, dove i cinghiali e i daini continuano a fare il bello e brutto tempo e dove non si vedono soluzioni a breve termine.

Mappa della telefonia, entrano 50 nuove antenne - Comune incalzato dalle richieste dei gestori che chiedono altri spazi. Oggi invece le antenne di telefonia mobile sparse in tutto il territorio di Trieste sono salite a quota E, nel giro di qualche mese, potrebbero diventare addirittura La prova arriva dalle richieste che continuano ad arrivare negli uffici municipali.

Attualmente sono allo studio 15 nuove domande di autorizzazione. Disagi per i lavori senza preavviso Lettera di protesta a Dipiazza: Essendo via Budrio una stradina a fondo cieco, infatti, a causa degli scavi alcuni abitanti sono rimasti bloccati in casa. Altri, come i quattro cittadini diversamente abili bisognosi di ricevere cure domiciliari, per parecchie ore a casa non sono proprio riusciti a tornare.

Una situazione che ha spinto i diretti interessati a scendere sul piede di guerra e a dare vita ad un comitato spontaneo. Al punto che molti di noi si riservano anche di restituire i certificati elettorali. E proprio dalle pessime condizioni della loro via il comitato prende le mosse per lanciare una proposta al Comune.

Siamo disposti a rinunciare alle barricate - conclude il cittadino -, a patto che questo ennesimo sacrificio produca qualche ricaduta positiva sul nostro territorio. Il segnale sloveno e croato sconfina. Utilizzando il segnale sloveno la telefonata diventa internazionale.

La legge italiana, infatti, impone dei limiti ben precisi per le emissioni delle antenne di telefonia mobile. Limiti meno rigorosi che dunque a poco valgono gli sforzi fatti dalle compagnie telefoniche nazionali per risolvere il problema. Sinceramente ritengo che questa privatizzazione rappresenti un problema per tutte le persone comuni che non abbiano interessi in queste multinazionali.

Un tempio senza un adeguato numero di adepti. Tre di questi riguardano gasdotti. Trieste, stringi stringi, oltre che dalla morsa dei progetti nazionali, deve guardarsi da quella dei movimenti altoadriatici. E come se non bastasse, dalle nostre parti tira aria di South Stream transbalcanico. Lo mette in preventivo, ora che i tempi non sono sospetti, Massimo Nicolazzi, superesperto di energia di rango internazionale.

Come inquadrare Trieste nel contesto dei progetti pronti per essere sviluppati, alla luce della crisi che ha arrestato la domanda di fabbisogno energetico? Pensiamo ad esempio agli stessi rigassificatori previsti al Sud: Roba che a Ravenna, tanto per dirne una, sarebbe a dir poco complicata. Ho la sensazione, a tal proposito, che il temporaneo idillio ucraino renda questa cosa meno urgente.

Rigassificatori, invece, uguale Nord Africa. Come leggere il tentativo di vendita della rete di E. Un disimpegno su suolo italiano? Ma Gas Natural va avanti dritta per la sua strada - Fissati due nuovi incontri in Camera di commercio e uno in Assindustria. Paesaggistica, centrosinistra contro gli sloveni - Ukmar: Stupore, ma con toni diversi, anche in casa An-Pdl. Fin qui la polemica sul voto. I dettagli dell'operazione, prima nel suo genere nella nostra Regione, sono contenuti nella convezione della durata di 8 anni, stipulata nei giorni scorsi tra il Comune di Muggia e Enel Sole che gestisce dei punti luce disseminati sul territorio comunale.

A regime, il risparmio, rispetto al sistema di illuminazione tradizionale, si aggira intorno al 40 per cento di energia in meno, pari, nel caso di Muggia a circa 50 mila euro all'anno. Cala il costo a carico del Comune, ma si abbatte del tutto il livello di inquinamento legato alle emissioni di anidride carbonica che in un anno si aggirava attorno alle tonnellate.

Risparmio energetico, risparmio economico, rispetto dell'ambiente, ma non solo: Anche la manutenzione consente intervalli di tempo maggiore tra un intervento e l'altro rispetto al sistema precedente: E per non lasciare nulla al caso, il personale tiene sotto controllo lo stato di funzionamento e carica dei presidi sanitari di bordo per mezzo di un display digitale.

Dal primo gennaio saranno oltre mille. I contenitori specifici supereranno quota tremila - la raccolta rifiuti a Trieste. A questi se ne sommano, al momento, altri per la raccolta degli abiti e per quella delle pile esauste.

Prima, dunque, verranno messi a disposizione dei cittadini gli strumenti. Solo dopo, scatteranno le possibili sanzioni. Questo prevede il nuovo Regolamento di igiene urbana che le circoscrizioni stanno analizzando in questi giorni e che in luglio dovrebbe ottenere il via libera del Consiglio comunale.

Rovis riepiloga poi i passaggi che interesseranno ancora il nuovo Regolamento di igiene urbana in questi mesi, per arrivare infine alla sua adozione: Il quale mette in evidenza infine un ultimo dettaglio: Regole precise anche per il volantinaggio: Un giro di vite, tolleranza zero dunque nei confronti di chiunque sporchi Trieste. Controlli e sanzioni non mancheranno. Agenti della polizia municipale e guardie ambientali, ma anche organi della polizia stradale, funzionari demandati dal sindaco e personale dell'Azienda sanitaria non chiuderanno un occhio.

Una vera e propria guerra aperta contro chi sporca e imbratta. Le sanzioni contenute dal nuovo Regolamento di igiene urbana del Comune non lasciano dubbi. Chi non rispetta il testo redatto dopo oltre un anno di minuzioso lavoro dall'amministrazione comunale, paga. Un'abitudine purtroppo diffusa specialmente tra ristoratori, gestori di supermercati e mense che, per velocizzare il lavoro di smaltimento dei rifiuti, usano bloccare con una cassetta della frutta l'apertura del contenitore.

Pene previste anche per i fumatori maleducati: Cassonetti diversificati anche per gli eventi - Gli organizzatori di manifestazioni dovranno provvedere al momentaneo allestimento. Ma si sa, i postumi di una festa lasciano tracce anche nelle stradine limitrofe.

Il Comune pare orientato a stabilire un apposito tariffario. Nuove norme anche per i gestori degli esercizi pubblici. Obbligo per loro di sistemare un posacenere in corrispondenza di ogni ingresso del locale, uno su ogni tavolino, poggia-bicchieri o appoggia gomiti. Indipendentemente dal servizio effettuato dalle ditte incaricate da Acegas Aps, saranno gli stessi gestori a dover garantire la pulizia del marciapiede o, in assenza, del metro e mezzo di suolo pubblico davanti al loro locale.

Pena, in mancanza di pulizia, una multa di euro. Emissioni, la Ferriera paga mila euro - Limite superato per volte tra e Dovevano rendere conto alla legge di sforamenti del limite delle polveri verificatisi tra il e il 24 novembre dagli impianti dello stabilimento e puntualmente contestati dalla Procura.

Il professor Marco Boscolo, consulente del pm, ha verificato che gli interventi migliorativi fossero stati eseguiti. Governo italiano in ritardo slitta di un mese il Prg del porto di Capodistria. Roma, ricordiamo, aveva chiesto di essere coinvolta nell'iter di approvazione del Piano regolatore dello scalo capodistriano alcuni mesi fa e la cosa ha provocato non poco malumore a Lubiana.

Comunque, Lubiana ha accettato il coinvolgimento dell'Italia ed ora, venendo incontro a una seconda richiesta della Prestigiacomo, ha concesso anche la proroga di un mese per presentare eventuali osservazioni. E' prevista inoltre la costruzione di nuovi serbatoi per combustibili liquidi all'altezza dell'area di Sermino e saranno costruiti due nuovi depositi per automobili, di cinque piani ciascuno, dalla capienza di diverse migliaia di vetture.

Si tratta comunque di progetti che difficilmente potranno essere realizzati in tempi brevi. Non abbiamo inventato nulla: Ballaman prepara la visita alla centrale atomica di Krsko - Incontro con la console generale Pelikan dopo le dichiarazioni favorevoli al ritorno del nucleare in regione. A parole tutti si dichiarano a favore delle fonti energetiche rinnovabili ma poi all'atto pratico non mancano ostacoli al loro uso.

Emenderemo i piani regolatori, per favorire la costruzione delle due centrali. Nella vicina Veglia sono in fase avanzata i preparativi per la costruzione di una centrale fotovoltaica a Dunato, vicino al capoluogo, di 5 megawatt di potenza, del valore di 20 milioni di euro.

Si estenderebbe su 10 ettari. Numerosi i partecipanti, soprattutto tra le scuole dell'infanzia e primarie, che non si sono fatti scoraggiare dalla pioggia torrenziale e sono giunti al giardino pubblico per assistere alla premiazione che conclude l'edizione del concorso, nella speranza di salire sul palco come vincitori.

Tra i vari lavori pervenuti, esposti al pubblico per l'occasione, ne sono stati premiati tre per categoria. Per la scuola dell'infanzia si sono aggiudicati il primo premio di 1. Per le scuole primarie invece sul podio 1. Seconda classificata, con un riconoscimento di euro, la scuola F. Nella categoria delle scuole medie hanno vinto il primo premio di 1. Sono costretto a chiarire la mia posizione relativamente alla nota del dott.

Sirovich comparsa su Segnalazioni Corridoio 5, domenica 9 maggio se non altro per tutelare a livello pubblico il profilo dei docenti universitari, visto che sono stato chiamato in causa esplicitamente con la mia qualifica professionale.

Sirovich afferma alcune cose non corrispondenti al vero, altre imprecise, altre alquanto incomprensibili. Le dichiarazioni non corrispondenti al vero: Le dichiarazioni imprecise si riferiscono proprio a quel mio contributo, pomposamente chiamato consulenza.

Non ho percepito per quel lavoro alcuno specifico compenso e non sono neppure divenuto professore di economia dei trasporti per quella piccola fatica. Vengo infine alle dichiarazioni incomprensibili. Centrale nucleare, gli esperti escludono Trieste - Un geologo: Una centrale nucleare nel Friuli Venezia Giulia?

A due passi da Trieste? Erano studi molto accurati, che prendevano in esame tutti i pro e i contro. Certo, le normative di sicurezza sono cambiate nel frattempo, ma le caratteristiche del territorio no.

Se, insomma, individuare un eventuale sito risulta alquanto complicato, di sicuro non esiste in regione e a Trieste un rischio scorie radioattive. La nuova riunione della Sesta commissione, ieri, non ha risolto la questione.

Comunque, il Consiglio comunale potrebbe decidere diversamente anche in merito alla riadozione della stessa variante. Scelte queste, palesemente contrastanti con gli obiettivi del governo nazionale e di quello regionale.

A Trieste ci si preoccupa solo dei lavoratori della Ferriera. Maurizio Ferrara - capogruppo Lega Nord. Disponibili finanziamenti europei per quasi 4 milioni. Fin qui la parte tecnica. Sul versante politico, si toglie qualche sassolino dalla scarpa il sindaco di Muggia, Nerio Nesladek: Nuova legge sulla caccia, Regioni meno libere - Ambientalisti soddisfatti. Accorciato il calendario venatorio: I 10 giorni di febbraio sono facoltativi. Pdl e Lega hanno votato a favore. Pd, Italia dei valori, Udc, Svp e Autonomie si sono astenuti.

Dissenziente dal Pdl, Maria Ida Germontani, che non ha votato. Il senatore Pd Roberto Della Seta ha detto che sono stati sconfitti quei settori Pdl e Lega che avrebbero preferito una deregulation, non vincolante come la legge approvata. Le Regioni sono costrette a cancellare varie specie di animali da cacciare.

Positivo il giudizio del WWF, con parole misurate. Fuori tempo una dichiarazione del ministro Maria Vittoria Brambilla, che vuole abolire la caccia. Protesta la Federazione dei cacciatori. Il governo annuncia l'arrivo delle linee guida e del nuovo conto energia. Tra gli impianti incentivabili anche quelli fotovoltaici a concentrazione e saranno previsti anche specifici premi per le realizzazione che contemplino la completa sostituzione di elementi architettonici.

Il fotovoltaico italiano cresce e resta fra i piu' convenienti d'Europa. Montanino ha spiegato che le nostre tariffe in conto energia si mantengono su livelli molto elevati se considerate per l'intero periodo incentivante e in base al buon livello di insolazione del nostro paese.

I dati statistici forniti dal GSE hanno fornito degli interessanti spunti di riflessione. La Puglia gioca un ruolo da protagonista nel settore: A nostro avviso deve essere una persona qualificata e che conosca il territorio triestino.

Domani Antonio Di Pietro al gazebo in via delle Torri. E lo fa portando il leader Antonio Dipietro. Dopo una conferenza stampa in programma alle A San Giusto la centralina di monitoraggio - Captatore attivo dal , serve anche a sviluppare modelli previsionali - Progetto europeo, cofinanzia il ministero. Lo strumento serve per redigere i calendari pollinici e anche per sviluppare modelli previsionali di emissione di pollini e spore fungine.

I pollini si appiccicano su un nastro trasparente dalla superficie adesiva. La porzione corrispondente a una giornata viene sistemata su un vetrino portaoggetti, colorata e analizzata al microscopio ottico a o ingrandimenti. Ogni settimana poi l'Arpa stila un bollettino. E sono ben Tra queste, come detto Grado rappresentata a Roma dal dirigente comunale Andrea De Walderstein sindaco e assessori erano impegnati in giunta per problematiche molto importanti come i parcheggi e la variante alberghi e Lignano con il sindaco Silvano Del Zotto e il dirigente Monaldo Bradaschia.

E la Hack avverte: Stesso discorso per i costi. Accadesse qualcosa, subiremmo le stesse conseguenze dei confinanti. Lo scrive in una nota il segretario del Pd Roberto Cosolini. Prende quota il progetto di Alpe Adria Energia. E comunica ufficialmente al presidente del Regione, Renzo Tondo, la rinuncia al suo progetto di un elettrodotto in Carnia.

Nel frattempo, con una nota, scende in campo anche Terna: La differenza di costi realizzativi si deve in particolare alle esigenze di trasporto della potenza, per cui una linea aerea a kilovolt corrisponde a quattro interrate, un chilometro di ciascuna delle quali costa circa 3,25 milioni di euro. Contiene rifiuti industriali, cenere industriale e, dal , una montagna di materiale edile, ritenuto gravissimo rischio per la salute.

In Slovenia ci sono gli stessi problemi con le discariche comunali di quelli nella Regione del Quarnero e Gorski Kotar. Sono strutture che dovrebbero essere chiuse e risanate, non prima di avere costruito una discarica regionale per assorbire i rifiuti di tanti centri minori. Della mortale malattia chiamata asbestosi si parla anche e specie in Dalmazia, a Vranjic e Ploce, dove per decenni erano in funzione stabilimenti che producevano materiale di amianto.

Su queste, infatti, insisteva il progetto di un centro commerciale da parte della stessa Tecnofactoring, con tanto di proposta di Piano particolareggiato di iniziativa privata.

Il sindaco avrebbe dovuto venire su, spiegarci le cose, confrontarsi Pd coerente sul rigassificatore di Zaule. Sono intervenuti operai di una squadra che lavora a cottimo. Messi a posto pure marciapiedi e vie laterali e inoltre pulizia sotto gli alberi e pulizia dei lampioni. Prosegue anche in Friuli Venezia Giulia la raccolta di adesioni a sostegno del referendum che chiede l'abrogazione delle norme che hanno introdotto la privatizzazione dell'acqua in Italia.

Ogni fine settimana, sul territorio regionale, il comitato promotore distribuisce i banchetti. Spazio alle firme anche tra sabato e domenica: Sul gruppo e sull'apposito blog perlacqua. Ballaman bocciato dai suoi predecessori - Martini: Poi ribalta la situazione e pensa a come si sarebbe comportato lui nella posizione di Ballaman.

Alessandro Tesini scende sul piano istituzionale dei regolamenti. Quindi piena insufficienza per Ballaman. Una voce fuori del coro? Concluse le operazioni di recupero Oggi biciclettata da piazza Marconi con tappa finale al sito naturalistico La tormentata vicenda del recupero dei laghetti delle Noghere potrebbe essere giunta al termine: Altri mesi, poi si arriva all'accordo: Il Comune di Muggia brucia le tappe e un anno fa, dopo aver ripulito, sistemato e attrezzato l'area prepara l'inaugurazione.

Arriva invece la doccia fredda: I disciplinari sono stati redatti dopo aver raccolto le osservazioni dei territori di tutta la regione, ma in relazione al poligono del Carso finora non erano state mosse critiche. Quanto al merito delle contestazioni - conclude Seganti -, credo si tratti di preoccupazioni eccessive. Fiume, bomba ecologica nel pozzo nero - Filtrati nel sottosuolo mila metri cubi di liquidi tossici.

Possibile presenza di diossina. In pratica, gli interventi non potranno cominciare prima del o del FIUME Scrollone al progetto del rigassificatore di Castelmuschio Omisalj , isola di Veglia, dopo che finalmente si sono mosse le tre aziende croate destinate a far parte di Adria Lng, il consorzio internazionale preposto a costruzione e gestione del megaimpianto. Le missive costituiscono una vera accelerata al progetto, mossosi dal punto morto di questi ultimi tempi.

I lavori potrebbero cominciare insomma nel e concludersi quattro anni dopo, nel Per il momento i rapporti di forza sono i seguenti: Zagabria non intende infatti rinunciare del tutto al metano russo, ma vuole darsi un ampio spazio di manovra, per non vedersi soffocata da eventuali crisi, bisticci e blocchi vari.

Contrari o almeno scettici gli ambientalisti quarnerini e istriani, che vedono nel rigassificatore una minaccia ecologica. FIUME Confermato in via definitiva che ai primi di giugno cominceranno i viaggi sulla linea diretta per Budapest del primo block-train, o treno-blocco, in partenza dallo scalo portuale fiumano alla volta della capitale ungherese.

Attraverso gli scambi allo Stretto di Otranto, i due mari interagiscono e formano il motore della circolazione termoalina del Mediterraneo Orientale. Lo schema della circolazione del Mediterraneo proposto dai ricercatori Ogs e battezzato col nome di Bios Sistema oscillatorio bimodale adriatico-ionico si basa su ricerche e osservazioni effettuate dal al Nel fu documentata per la prima volta un'inversione della circolazione superficiale del Mar Ionio, causata dal flusso cospicuo di acque dense provenienti dal Mar Egeo.

Un evento anomalo che sconvolse la circolazione dell'intero Mediterraneo orientale. Quando lo Ionio inverte la circolazione induce importanti cambiamenti a catena. Viceversa, con la circolazione oraria dello Ionio, in Adriatico arrivano organismi tipici del Mediterraneo Occidentale e dell'Atlantico. E mi sembra che in quella occasione egli non avesse precisato di avervi contribuito con il proprio lavoro.

E dove li metteremmo a dormire e mangiare e soprattutto a parcheggiare i loro pullman e automobili per visitare questo doppione del Museo del mare di Genova? Ricordate le code asfissianti di veicoli sulle Rive in attesa di imbarcarsi sui traghetti per la Grecia? E che dire dei tre stadi di calcio 3! Cattedrali nel deserto le ha definite qualche cinico antisportivo. Sappiamo comunque come funziona, conosciamo il trucco: Peraltro ci sono dei precedenti: E il sindaco non ha fatto nulla per incalzarla, continuando solo a parlare di improbabili royalties.

Nucleare, la Lega sconfessa Ballaman - Fontanini: Il partito e il gruppo consiliare non hanno mai affrontato la questione. Il segretario regionale, subito dopo, infila la battuta: Isidoro Gottardo, coordinatore regionale del Pdl, sbotta a muso duro: Lo innalzi a casa sua, se ci tiene Il centrodestra, con Tondo in prima fila e Fontanini assolutamente in sintonia, boccia una centrale in Friuli Venezia Giulia e sposa una partecipazione regionale al raddoppio di Krsko?

E quindi, nonostante gli anatemi, Ballaman va avanti. In terra triestina e friulana, di sicuro, si scatena un putiferio politico. Questi, a grandi linee, sono i punti salienti della ricetta di Roberto Cosolini per il futuro di Trieste. Il segretario provinciale del Pd, infatti, ha presentato ieri le sue proposte di programma in un incontro pubblico molto partecipato: Infine Cosolini non ha lesinato critiche alla giunta Dipiazza: Ma ne hanno conosciuto lo stato di salute solo in questi giorni.

E non solo endemico, sceso dalle miniere di Idria, ma frutto pure di un inquinamento locale. Il Sito inquinato di interesse nazionale, in effetti, nella sua parte a mare va dallo spigolo meridionale del Molo V a Punta Ronco.

Ma chi pagherebbe gli oneri di una bonifica o di una movimentazione di fanghi inquinati? Il pubblico o il privato? Quello specchio sta dentro il Sin, in fondo.

Parole difficili per un concetto semplice: Rifiuti, appello delle circoscrizioni: Lasciare vecchi televisori, pneumatici e altre porcherie a fianco dei bottini sta diventando ormai una colpevole consuetudine. Le evidenze confermano in gran parte il ragionamento dei presidenti. Clamoroso ma tristemente istruttivo, in questo senso, il recente abbandono di decine di frigoriferi e sacchi di plastica pieni di rifiuti nei pressi dei campi di golf di Padriciano.

Allora venga a rendersi conto di persona come le nuove costruzioni stanno devastando Opicina. In via Carsia, via dei Salici e prossimamente anche in via del Sabotino sono stati distrutti con furia devastante interi parchi di belle ville.

Parchi dove vivevano scoiattoli, ghiandaie, gazze eccetera. Per tutto questo ringraziamo il suo predecessore Illy, con il suo permesso di nuove volumetrie, permesso che Lei non ha voluto cambiare.

Io qualche dubbio me lo pongo. Una centrale nucleare in Friuli Venezia Giulia? Edouard Ballaman, presidente del Consiglio regionale, apre al nucleare. Quindi parla di un rapporto tra Stato e Regione che va monitorato: E poi boccia la partecipazione regionale al raddoppio di Krsko:

Menu di navigazione

Nel corso dello stesso mese di gennaio il Califfato si rende protagonista di diversi attentati terroristici nel giro di pochi giorni, dapprima in Libia , poi a Baghdad , a Istanbul e a Giacarta , provocando oltre un centinaio di vittime totali.

Closed On:

Il dato emerge dal rapporto Zoomafia della Lega anti vivisezione, curato da Ciro Troiano:

Copyright © 2015 wikilebanon.info

Powered By http://wikilebanon.info/